Ministero dello Sviluppo Economico e Federmacchine presentano
Machines Italia in India.

L'iniziativa è pensata per supportare e favorire l'attività di internazionalizzazione delle imprese italiane della meccanica strumentale, della meccanizzazione agricola e della trasformazione alimentare in uno dei mercati più interessanti e promettenti: l'India.

Con 1,2 miliardi di abitanti e un incremento medio del Pil del 9% previsto per il biennio 2013-2014, l'India procede nello sviluppo che, avviato all'inizio del ventunesimo secolo, ben si coniuga con l'offerta italiana di macchinari, sistemi di produzione e trasformazione di materie prime.

Un comparto ampio e variegato che comprende: macchine per la ceramica, il vetro, la plastica e gomma, macchine per la lavorazione del metallo, del legno, del marmo e delle pietre naturali, macchinari per l'industria grafica, l'industria tessile e per calzature e pelletteria, macchine per fonderia, sistemi oleoidraulico e pneumatici, macchine per il packaging, macchine agricole e per la trasformazione alimentare.

Forte di una tradizione radicata nel tempo, l'industria italiana dei macchinari è riconosciuta nel mondo per l'elevatissimo contenuto tecnologico, la forte personalizzazione delle soluzioni proposte, capaci di soddisfare le specifiche esigenze degli utilizzatori, e l'assistenza assicurata anche dopo la vendita.

Caratteristiche particolarmente apprezzate dal mercato indiano che, in risposta all'esigenza di potenziare e rendere sempre più competitivo il proprio sistema manifatturiero, nell'ultimo biennio ha incrementato del 28% l'investimento in tecnologia italiana. Per facilitare l'attività di business con le controparti indiane, il Ministero dello Sviluppo Economico - Dipartimento per l'Impresa e l'Internazionalizzazione - Direzione generale per le politiche di internazionalizzazione e la promozione degli scambi ha incaricato Federmacchine, la federazione nazionale delle associazioni dei produttori di beni strumentali destinati allo svolgimento di processi manifatturieri dell'industria e dell'artigianato, dell'organizzazione di Machines Italia in India, un programma articolato capace di favorire l'incontro tra domanda e offerta di macchinari.

Incontri B2B organizzati nei principali centri industriali indiani secondo la specificità del comparto di riferimento, seminari di formazione per tecnici indiani sull'utilizzo di macchine e sistemi di produzione made in Italy, inviti di delegazioni indiane in Italia per visita diretta agli stabilimenti produttivi sono alcune delle iniziative che arricchiscono il programma Machines Italia in India.

Partecipano al progetto le quattordici associazioni di categoria in rappresentanza degli specifici settori

ACIMAC, ACIMALL, ACIMGA, ACIMIT, AMAFOND, ANIMA/ASSOFOODTEC, ASSOCOMAPLAST, ASSOFLUID, ASSOMAC, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE-ASSOMARMOMACCHINE, GIMAV, UCIMA, UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, UNACOMA